J. STRANO vol 1. Genesi di una vendetta

March 25, 2019

Perché un fumetto.

Se avessi potuto chiedere a Dio un dono, avrei senza dubbio chiesto il dono del disegno. Non mi è andata male visto che il cinema ha ampiamente sopperito alla mia fame di "inventa storie". Ma. C'è un ma. Il cinema per me occupa il  novanta per cento della mia attività professionale come direttore di produzione e docente della stessa materia. Creativamente mi occupo molto di scrittura e fotografia, molto della prima in verità, poco della seconda. Questo perché non ho mai considerato la fotografia come oggetto della fotografia ma come strumento per altro. Nel corso degli anni mi è capitato di fare un po' di tutto nel mio ambito. Facendola breve. Dopo la terribile esperienza in ospedale, ho maturato la classica delle decisioni: fare quello che mi piace!!! Il fumetto è tornato nella mia vita proprio perché durante la degenza, amici e colleghi mi hanno portato in dono, molti fumetti. E tutto ricomincia da qui. Non mi bastava leggere. Dovevo fare. Ma come? Non so disegnare. Casualmente ho intercettato una conferenza sui fumetti nella quale molti fumettisti famosi confessavano senza vergogna di usare "scatti fotografici" che poi sapientemente ritoccavano. E' stato il conforto alla mia etica "anti intrusione nei settori altrui". Ho buttato giù il fumetto pretesto "svegliati" ispirato alla mia disavventura di salute. E' stato il modo per sperimentare le mie competenze nel ritocco e nella manipolazione fotografica. Esame superato. Per me!! A questo punto avevo bisogno di una storia. Ed eccoci. J. STRANO.

 LA STORIA

 

J. Strano è un nome. Nessuna identità precisa. Una vita come tante sconvolta da l'evento tragico del suicidio della moglie. La rabbia che ne scaturisce si rivolge nei confronti di quella società malata che sfrutta le situazioni più classiche: Paesi poveri, deboli, indifesi, bambini....Non voglio aggiungere molto, ho già detto tanto. 

 

IL NOME

 

E' un nome che evoca "dubbio" . Non si legge in inglese, non è italiano. Celato sotto il cappuccio della felpa, la sua identità è liquida. Tutti possiamo essere J. Strano. Tutti se solo siamo messi nella circostanza giusta. 

 

 LA MORALE

 

Nessuna morale. Non ci sono buoni o cattivi ma solo circostanze che rendono gli uomini tali. 

La "miseria" non è nella povertà economica ma nell'animo sempre più sporco di sete di potere di insensibilità di assenza di empatia. 

Il business nell'era contemporanea è l'immagine e l'invenzione di immagini. Perfino un criminale diviene mito e immagine del mito. 

 

 

IL PRIMO VOLUME

 

Il primo volume è un prologo. L'antefatto. Raccontato a noi che incontriamo J. Strano per la prima volta.

 

 

 

POI....

 

Per ora il progetto prevede tre volumi. Spero di poter dedicare tempo allo sviluppo del progetto che non nascondo, vorrei affidare anche ad amici sceneggiatori e magari veri disegnatori.

 

A PROPOSITO DI DISEGNO...

 

Non sono disegni. Sono scatti fotografici sui quali io personalmente sviluppo una continua ricerca grafica. Quello che forse può somigliare di più al termine "stile personale" sta nella composizione della tavola attraverso la riconfigurazione dinamica dei panel che la compongono. Propongo una lettura delle vignette che naturalmente strizza molto l'occhio al cinema...non lo strizza affatto!!! Proprio lo fissa!!!

 

Tediarvi oltre non ha senso. Vi lascio al fumetto che per ora trovate su Amazon ai link di seguito. Se vorrete postarmi i vostri feed, severi e impietosi, saprò farne buon uso. 

 

/www.amazon.it/J-Strano-Antonio-Edoardo-Marazita

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag