PHON RELAX: un genere tutto nuovo?

November 22, 2017

Qualche tempo fa scoprivo che quel sottile piacere e relax provato al suono di un phon deriva dalla frequenza che l'elettrodomestico produce nell'emettere il suono. Dopo la nascita di mio figlio molti genitori mi raccomandavano di trovare su you tube i video nei quali venivano caricate ore e ore di suono del phon. A loro dire questo suono concilia il sonno del bebé. E' vero. Da docente e ricercatore nel campo dei nuovi media e linguaggi mi sono incuriosito. Perché centinaia di utenti spendono il tempo nella registrazione di questo suono? e perché non si limitano a mandare in loop una minuto di registrazione? Fino a qualche tempo fa i video che intercettavo mostravano l'autore seduto davanti ad uno sfondo anonimo con in mano il suo phon. L'evoluzione di questo tipo di contenuto mostrava una risposta creativa nel momento in cui il phon veniva agitato e capovolto e passato davanti al microfono con il fine di riprodurre differenti tonalità e variabili del suono emesso. La cosa mi ha fatto sorridere, ma la ritenevo interessante. Ho seguito il fenomeno. Ultimamente mi sono imbattuto in quello che sembra il passo successivo: la creazione di un format. Scopro di frequente che i modelli di video riprodotti si sono aperti ad ambientazioni ricercate e alla comparsa di attori. E' facile trovare ore e ore di registrazione nelle quali il "regista" si piazza nel suo bagno non più col solo scopo di "suonare il phon" ma interpreta "l'asciugarsi i capelli". A volte solo. A volte, cosa che mi fa ancor più interessare, in coppia. C'è tutto quel rituale provato e tenero dell'asciugare i capelli alla propria donna o al proprio compagno. Le ambientazioni si arricchiscono di dettagli e scenografie studiate. Un salotto ben illuminato, la luce calda di un camino, l'intimità di una camera da letto.  E' davvero l'epoca nella quale ogni azione e abitudine dell'esperienza umana può trasformarsi in "prodotto video". Senza pontificare sul ruolo degli strumenti digitali, mi domando quanto realmente non siano più i contenuti ad aver bisogno di strumenti ma al contrario sia lo strumento, di per sé vuoto contenitore" a suggerirne un uso. Siamo ad un passo dal festival del "video phon"? VPFF video phon film festival?? Nella sezione di questo sito "dal mondo" trovate l'intera pagina dedicata a questo nuovo interessante linguaggio. Fatemi sapere se anche voi state scrivendo una sceneggiatura per "phon".

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square