LABORATORI E SEMINARI

"sono stati Capaci"

CURATORE DEL LABORATORIO: Antonio Edoardo Marazita

OBIETTIVO: recuperare alcuni tra i più importanti fatti di cronaca e della storia di Cosa Nostra, tentando una rilettura dal punto di vista sociale, psicologico e psicopatologico, cercando di penetrare i significati dello strapotere mafioso negli ultimi 30 anni. 

LA RICERCA: lo studio delle fonti giudiziarie in relazione alle prove documentali che testimoniano il lavoro di Grandi Uomini delle Istituzioni e la loro infaticabile ricerca della verità. L'approfondimento di fenomeni sociali come la "disponibilità" al dialogo con Cosa Nostra o la peggiore " collusione" fino ai motivi che spingono un uomo all'ingresso nell'organizzazione mafiosa. L'analisi degli "equlibri" che hanno portato lo Stato a scendere a patti con Cosa Nostra e le organizzazioni criminali in genere. 

LO SCOPO FINALE: fornire al candidato la preparazione  fondamentale e approfondita sugli argomenti, capaci di tradursi per ognuno in una esperienza professionale dedicata alla lotta alla mafia. La realizzazione di un documento condiviso come un libro che raccolga sia l'esperienza laboratoriale che di ricerca. La produzione di un documentario sulla necessità della lotta alla mafia attraverso la cultura e la conoscenza del fenomeno.  

LE ATTIVITA' DIDATTICHE PREVISTE

Studio e analisi delle fonti giudiziarie. Atti, sentenze,  processi, deposizioni, sia attraverso le "carte" ufficiali che attraverso la visione di documenti video

La produzione di relazioni di servizio seguendo il sistema tipico di "un'istruttoria processuale"

Incontri con esperti di storia della criminlità e funzionari di Sato, insieme a magistrati e testimoni del fenomeno. Forze dell'Ordine. 

incontri con autori della letteratura e del cinema 

FIGURE PREVISTE:

3 SCENEGGIATORI  (POSTI LIBERI 2)

2 REGISTI    (POSTI LIBERI 2)

1 DIRETTORE ALLA FOTOGRAFIA (POSTI LIBERI 1)

4 ATTORI (POSTI LIBERI 3)

4 CONSULENTI RICERCATORI  (POSTI LIBERI 3)

ISCRIVITI&PRENOTA

Il laboratorio è un progetto in sviluppo. Quanto descritto è indicativo del modello che assumerebbe se le risposte organizzative sul campo fossero positive. E' importante per l'esito dello stesso che pervengano adesioni fortemente motivateInoltre in questa fase sono altresì importanti le collaborazioni sul terriotorio e l'impegno di associazioni e singoli soggetti desiderosi di portare un significativo contributo.

Capisco che parlare di mafia per qualcuno possa essere diffcile. Capisco che per altri possa perfino sembrare inutile. E capisco che per qualcuno (pochi per fortuna) suoni addirittura retorico e inattuale. Quello che mi ostino a non voler capire però è perché ci sia ancora bisogno di porsi la domanda se sia "giusto" o superfluo farlo. Non lo capisco. Perché la mafia non è un fatto solo storico. Non è un passato scomodo del quale liberarsi col silenzio. Tutt'altro.

 

La mafia è vigile e presente e sa bene che il silenzio può essere la sua più potente arma. Questo io l'ho capito meglio. Credo che solo lo sforzo di tramandare la storia della lotta alla mafia e il ricordo delle esperienze di chi l'ha combattuta morendo, o fortunatamente scampando alla morte, sia il modo per evitare che un 30 ennio come quello vissuto possa uun giorno ripetersi.

 

Sono il primo a sapere che non potrebbe fortunatamente tornare nei modi sanguinari e violenti che lo hanno reso tanto triste. Ma so anche se ci uccide in molti modi ed oggi "l'omicidio" preferito dalla mafia è rivolto contro la "verità" sia storica che giudiziaria. Conoscere il fenomeno vuol dire acquisire uno sguardo più chiaro sulle vicende che oggi riguardano l'Italia. Vuol dire "capire" e fare un passo verso quello scopo che con tanto sacrificio hanno perseguito uomini come Borsellino.

 

Fu lui a dire che "non si può lasciare alla magistratura l'onere della sentenza". Essa può proncunciarsi dal punto di vista giuridico e applicarsi nella legge che nel contesto individua il reato. Ma è necessario che si muovano tutti gli uomini di cultura e quanti hanno sensibilità, perché si giunga ad altre verità, più vicine alla morale forse e all'etica che non possono mai in nessun modo piegarsi al compromesso.

                                                                                                    Edoardo Marazita

"la mafia non è affatto invincibile. La mafia è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha avuto un inizio e avrà anche una fine"

                                                                                                     Giovanni Falcone

"Sono morti per noi e abbiamo un grosso debito verso di loro. Questo debito dobbiamo pagarlo, gioiosamente, continuando la loro opera, rifiutando di trarre dal sistema mafioso anche i benefici che possiamo trarne, anche gli aiuti, le raccomandazioni, i posti di lavoro, facendo il nostro dovere. La lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità."

 

                                                                                                      Paolo Borsellino 

MODALITA' DI ISCRIZIONE E SELEZIONE

I candidati possono inviare una mail di contatto attrareso il form. E' fondamentale idicare le motivazioni personali. Unitamente sarà richiesta una scheda personale contenente le indicazioni su: la propria formazione, Studi complementari, attività svolte inerenti al tema del laboratorio, attività professionali (le più significative).

Il livello di qualità delle attività professionali rappresenta una semplice presentazione del candidato e non sarà criterio discrimante ( a meno di evidenti e fondamentali lacune) 

TEMPI E SCADENZE

Le candidature devono pervenire entro e non oltre il 31 dicembra 2019. Entro gennaio 2020 saranno comnicati gli esiti della selezione.

Il laboratorio comincerà la sua ttività al raggiungimento degli obiettivi di partecipazione e di organizzazione. PREVISTO PER IL 2020. SECONDA META' DELL'ANNO. 

TEMPI E SCADENZE

Le candidature devono pervenire entro e non oltre il 31 dicembra 2019. Entro gennaio 2020 saranno comnicati gli esiti della selezione.

Il laboratorio comincerà la sua ttività al raggiungimento degli obiettivi di partecipazione e di organizzazione. PREVISTO PER IL 2020. SECONDA META' DELL'ANNO. 

LA DURATA DEL LABORATORIO E' IN DEFINIZIONE.

Orientativamente il laboratorio durerà 4 week end con orario dalle 9:00 alle 18:00 (eventi sclusi).

SEDI DEL LABORATORIO

lUCCA, TOSCANA.

SEDI DEL LABORATORIO

lUCCA, TOSCANA.

COSTI DEL LABORATORIO

Il laboratorio è gratuito. 

Saranno offerte convenzioni per alloggi e vitto, per i week end di lavoro.